Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BANGKOK - Alcune migliaia di "camicie rosse" thailandesi stanno circondando questa mattina la sede di Thaicom, la società dal cui satellite passa la trasmissione del "Canale del popolo" oscurato dalle autorità, alla periferia nord di Bangkok.
Secondo il reporter di una tv locale, si sono già verificati alcuni tafferugli con le forze di polizia schierate a difesa del complesso, dove già venerdì si erano verificate violenze.
Nella parte storica della capitale, ieri diverse serie di scontri tra militari e manifestanti fedeli all'ex premier Thaksin Shinawatra hanno causato 19 morti e 800 feriti. Almeno quattro soldati, catturati dalle camicie rosse durante le violenze, rimangono in ostaggio.
Mentre Bangkok conta le vittime di quello che è stato ribattezzato "Bloody Saturday", nella capitale sono parzialmente riprese le corse della metropolitana sopraelevata Skytrain, sospese ieri. Quattro stazioni del centro, nella zona occupata dai manifestanti, rimangono però chiuse.

SDA-ATS