Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La premier thailandese Yingluck Shinawatra ha sciolto il Parlamento. Lo ha annunciato lei stessa in una conferenza stampa trasmessa in tv, mentre decine di migliaia di manifestanti anti-governativi si preparavano a una marcia verso il palazzo del governo.

La decisione dovrebbe aprire la strada a nuove elezioni, una soluzione per uscire dalla crisi politica già proposta nelle settimane scorse da Yingluck. Tuttavia, l'idea del ritorno al voto è stata sempre bocciata dalla protesta di piazza guidata dall'ex vicepremier Suthep Thaugsuban, che propone l'istituzione di un "Consiglio del popolo" nominato dall'alto.

L'opposizione del Partito democratico - che ieri ha annunciato le dimissioni di tutti i suoi parlamentari - non vince un'elezione dal 1992, ed è uscito pesantemente sconfitto dal blocco dell'ex premier Thaksin Shinawatra (di cui Yingluck è la sorella minore) in tutte le cinque consultazioni tenute dal 2001 a oggi.

Dal canto suo il leader della protesta Suthep Thaugsuban ha ribadito l'intenzione di portare a termine la "marcia sul governo" attualmente in corso verso il palazzo dell'esecutivo a Bangkok.

"Non abbiamo ancora raggiunto il nostro obiettivo. Lo scioglimento del Parlamento non è il nostro obiettivo", ha detto Suthep alla Reuters. A Bangkok, decine di migliaia di manifestanti sono attualmente in cammino da diversi punti della capitale, con l'obiettivo di confluire attorno al palazzo del governo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS