Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Almeno 48 persone, perlopiù studenti, sono state arrestate ieri sera in Thailandia per aver inscenato proteste pacifiche contro il colpo di stato, di cui ieri ricorreva il primo anniversario.

Lo riporta questa mattina il quotidiano "The Nation", aggiungendo che la maggior parte di essi sono stati rilasciati dopo qualche ora di fermo e una seduta di "correzione del comportamento".

Diversi, ma sparuti, gruppi di attivisti si sono riuniti dal pomeriggio in almeno tre aree di Bangkok e a Khon Kaen, la città più popolosa del nord-est rurale, fedele all'ex premier Thaksin Shinawatra.

Nella capitale, quattro attivisti sono stati arrestati dopo aver sporto denuncia contro il generale Prayuth Chan-ocha - capo della giunta militare - per "alto tradimento", rovesciando un Parlamento eletto e stracciando la Costituzione.

Con gran parte della borghesia di Bangkok a favore dell'intervento militare, e tuttora soddisfatta dell'operato della giunta, a un anno dal golpe le proteste dei dissidenti non hanno mai riunito più di qualche decina di attivisti.

Ciononostante, le autorità hanno sempre stroncato sul nascere qualsiasi forma di dissenso pacifico, insistendo sulla loro missione di riconciliazione nazionale.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS