Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Partito democratico thailandese, il principale dell'opposizione, ha annunciato oggi le dimissioni di tutti i suoi 153 deputati dal Parlamento, al termine di una riunione del direttivo durata tutta la giornata. Lo ha reso noto un portavoce del partito. dal canto suo il primo ministro ha proposto un referendum sulla sua carica.

Secondo il portavoce Chavanond Intarakomalasut, le dimissioni formali verranno presentate "il prima possibile". La scelta è maturata in segno di protesta contro il "governo illegittimo" di Yingluck Shinawatra, contro cui un movimento di piazza guidato dall'ex vicepremier Suthep Thaugsuban (uno dei leader dei Democratici, nonostante abbia lasciato la carica prima di guidare le proteste) manifesta da oltre un mese a Bangkok.

Il primo ministro thailandese, Yingluck Shinawatra, ha proposto oggi un referendum sulla sua carica, dicendosi disposta a dimettersi se la maggioranza del popolo lo vorrà. L'offerta arriva alla vigilia del "round finale" di manifestazioni promosse dalla protesta anti-governativa in piazza da oltre un mese, e che la settimana scorsa è degenerata in scontri costati 5 morti e circa 300 feriti a Bangkok.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS