Navigation

Tibet: India, Dalai Lama cancella visita in Sudafrica

Questo contenuto è stato pubblicato il 04 ottobre 2011 - 11:36
(Keystone-ATS)

Il Dalai Lama ha deciso di cancellare la sua visita in Sudafrica dopo che non gli è stato concesso in tempo il visto d'ingresso. Lo ha confermato all'agenzia di stampa italiana ANSA l'ufficio del governo tibetano in esilio di New Delhi.

Il Dalai Lama "doveva partire per il Sudafrica il 6 ottobre ma il suo visto non è stato stato ancora concesso. Siamo convinti che ci sia una ragione o delle ragioni che hanno spinto il governo sudafricano a non ritenere opportuno il rilascio" si legge in un comunicato dell'Ufficio di rappresentanza dei tibetani nella capitale indiana. Il leader spirituale tibetano, che di recente si è dimesso da ogni carica politica, "era stato invitato in Sudafrica da diverse università e organizzazioni, tra cui Stellenbosch University, Tutu Centre e Mahatma Gandhi Trust dove avrebbe dovuto tenere conferenze pubbliche", oltre a ricevere una serie di prestigiosi riconoscimenti e partecipare ai festeggiamenti per gli 80 anni dell'altro premio Nobel Desmond Tutu La visita era prevista fino al 14 ottobre.

"La richiesta del visto era stata presentata a fine luglio e il passaporto del Dalai Lama era stato portato all'ambasciata del Sudafrica di New Delhi il 2 settembre, oltre due settimane fa" precisa la nota.

"Sua santità viaggia in giro per il mondo per promuovere valori universali, armonia religiosa, messaggi di pace e di tolleranza: principi che sono al centro dei suoi insegnamenti e conferenze in ogni luogo. In questa ottica, non intende creare alcun inconveniente a nessuno, sia individuo che governo" conclude il comunicato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?