Navigation

Tibet: un altro monaco si dà fuoco

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 febbraio 2012 - 20:41
(Keystone-ATS)

Un altro monaco tibetano si è dato alle fiamme oggi per protestare contro l'occupazione cinese del Tibet che dura dal 1959. Lo ha annunciato l'organizzazione dissidente 'Free Tibet' basata negli Usa.

Tamchoe Sangpo si è immolato con il fuoco dopo aver cercato invano di convincere le forze di sicurezza cinese a lasciare il monastero di Qinghai, vicino al Tibet, dove Pechino sta conducendo una campagna di "rieducazione". È il 25mo tibetano che si dà alle fiamme per protesta dal marzo del 2011

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?