Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Christian Vitta.

Keystone/TI-PRESS/DAVIDE AGOSTA

(sda-ats)

Il consigliere di Stato PLR Christian Vitta è disposto a presentarsi quale successore di Didier Burkhalter in Consiglio federale.

In un'intervista odierna al Blick, il ministro ticinese delle finanze dice di rappresentare "un'altra generazione di politici": il 44enne è più giovane del suo collega di partito e grande favorito per un seggio nel governo federale Ignazio Cassis, 56enne consigliere nazionale e capogruppo in parlamento.

Cassis ha sicuramente le migliori possibilità se il Ticino decide di presentare un solo nome, ma lo scenario potrebbe essere differente se il PLR ticinese optasse per diverse candidature, afferma Vitta, da due anni a capo del dipartimento delle finanze ticinese.

Christian Vitta, sposato e padre di tre figli, è vicepresidente del PLR svizzero e dal 2016 membro del consiglio della Banca nazionale svizzera (BNS). Dal 2001 al 2015 ha seduto in Gran Consiglio ed è stato sindaco di Sant'Antonino per quindici anni.

Per motivi strategici il comitato del PLR ticinese intende presentare un solo nome per il posto in Consiglio federale lasciato dall'attuale ministro degli esteri Didier Burkhalter. Gli interessati devono annunciarsi entro il 10 di luglio e la sezione del partito farà una scelta entro il primo di agosto.

La ex consigliera di Stato e nazionale Laura Sadis ha mostrato interesse, mentre il consigliere agli Stati Fabio Abate non vuole mettersi in lizza. Ciò vale anche per il consigliere nazionale Giovanni Merlini.

SDA-ATS