Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BELLINZONA - Un funzionario dell'Ufficio esecuzioni e fallimenti di Bellinzona e Valli è sospeso da tre mesi e gli è stata prospettata la disdetta del rapporto d'impiego. Nei suoi confronti infatti, il Ministero pubblico, su segnalazione del governo cantonale, ha formalmente promosso l'accusa di appropriazione indebita qualificata e falsità in documenti.
Secondo un comunicato del Dipartimento delle istituzioni, il funzionario, che ha ammesso i fatti, intende restituire a breve termine l'importo sinora accertato e sottratto allo Stato di circa 80 mila franchi.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS