Navigation

Ticino insiste per 9 consiglieri federali

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 aprile 2012 - 19:00
(Keystone-ATS)

Da quando se ne è andato Flavio Cotti, nel 1999, il Ticino non ha più un suo esponente tra i sette saggi a Berna. Il Gran Consiglio ha approvato oggi una seconda risoluzione che chiede il passaggio da 7 a 9 del numero dei consiglieri federali. Obiettivo: una presenza costante di un italofono nell'esecutivo federale. La risoluzione ha raccolto 50 voti a vfavore, 18 contrari e 12 astenuti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?