Navigation

Ticino Turismo contro pedaggio al San Gottardo

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2012 - 12:33
(Keystone-ATS)

L'Ente ticinese per il turismo è contrario alla recente proposta di economiesuisse di riscuotere pedaggi per la costruzione di un secondo tunnel autostradale al San Gottardo.

In un comunicato odierno, Ticino Turismo osserva che "le agglomerazioni dell'Altipiano così come tutti i Cantoni della Confederazione beneficiano di una raggiungibilità autostradale finanziata pubblicamente e l'accesso è assicurato liberamente a tutti i veicoli". L'ente turistico cantonale ritiene quindi iniquo e "inammissibile" che si debba pagare un dazio per avere accesso al Ticino ed alle sue zone turistiche.

Ticino Turismo dice quindi "no" a qualsiasi isolamento del suo territorio, così come al possibile pedaggio per attraversare le Alpi, e rivendica una raggiungibilità equivalente a quella assicurata a tutto il resto della Svizzera.

Oltre ad essere un fatto unico in Svizzera, sottolinea l'ente turistico ticinese, pagare un pedaggio autostradale sarebbe fortemente penalizzante per il turismo ticinese, settore che necessita più che mai di molteplici relazioni da e verso il nord delle Alpi, zone centrali e strategiche da cui il cantone è già geograficamente distante.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?