Navigation

Timoshenko: visitata fuori da prigione

Questo contenuto è stato pubblicato il 23 febbraio 2012 - 16:14
(Keystone-ATS)

La leader dell'opposizione ucraina, Iulia Timoshenko, è stata visitata in una clinica di Kharkiv fuori dalle mura del carcere in cui è richiusa.

Lo fa sapere l'amministrazione penitenziaria specificando che l'ex premier è stata sottoposta, "su sua richiesta", a una radiografia, a una tomografia e a una risonanza magnetica.

L'eroina della Rivoluzione arancione soffre di forti dolori alla colonna vertebrale che la costringono a letto da mesi. La settimana scorsa è stata visitata in carcere da una commissione sanitaria composta da due medici tedeschi, tre canadesi e due ucraini.

La diagnosi dei medici non è stata resa pubblica. Ievhen Pedacenko, uno dei due medici ucraini inviati a visitare la Timoshenko dal governo di Kiev, ha però affermato che l'ex premier non ha bisogno di essere sottoposta a un intervento chirurgico.

Di tutt'altro parere il neurologo tedesco Karl Max Einhaeupl e il medico generico canadese Peter Kujtan, entrambi membri della commissione sanitaria, secondo cui l'ex lady di ferro sarebbe in gravi condizioni di salute. Dietro le sbarre da più di sei mesi, a ottobre la Timoshenko è stata condannata a sette anni di reclusione per un controverso contratto per le forniture di gas siglato con Mosca.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?