Navigation

Tokyo 2020: pronti camion-moschee per gli atleti musulmani

Nella capitale nipponica fervono i lavori per il grande evento della prossima estate. KEYSTONE/AP/JAE C. HONG sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 08 febbraio 2020 - 10:47
(Keystone-ATS)

Moschee su quattro ruote per consentire agli atleti musulmani di pregare: è l'iniziativa lanciata dall'organizzazione "Yasu Project" per i Giochi olimpici che si terranno a Tokyo fra luglio e agosto.

Lo scopo è "far sentire i visitatori musulmani come a casa", condividendo con turisti e sportivi l'idea di "omotenashi", ossia la cultura dell'ospitalità giapponese, spiegano i promotori dell'iniziativa.

Secondo il Comitato olimpico, nel villaggio che ospiterà gli atleti - riferisce AsiaNews - dovrebbero sorgere luoghi di preghiera per ogni religione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.