Navigation

Toyota: governo, indagini su casi accelerazioni

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 febbraio 2010 - 13:06
(Keystone-ATS)

TOKYO - Il governo giapponese farà luce sulle 38 denunce presentate tra il 2007 e il 2009 sull'accelerazione improvvisa dei veicoli Toyota.
Lo ha annunciato il ministro dei Trasporti, Seiji Maehara, a poche ore dall'audizione del numero uno della società Akio Toyoda al Congresso Usa sui problemi ad acceleratore e freni che hanno causato richiami per quasi 9 milioni di auto.
Nei tre anni in questione, il ministero ha ricevuto 134 denunce legate a difetti all'acceleratore, di cui il 28,3% relativo a veicoli Toyota. "La percentuale - ha detto Maehara, nei resoconti dei media locali - è in linea con la quota di mercato della società e non è una cifra particolarmente alta".
"Dobbiamo fermamente augurarci di fare luce sui casi", ha aggiunto ancora, esprimendo l'auspicio che Toyoda aderisca "alle posizioni di tutela della sicurezza" in occasione della sua testimonianza a Capitol Hill.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.