Seconda condanna in poco più di un settimana per Frédéric Hainard: il Tribunale penale federale (TPF) di Bellinzona gli ha inflitto 100 aliquote giornaliere di 120 franchi con la condizionale e una multa di 2400 franchi per abuso d'autorità e violazione della sovranità territoriale di uno Stato estero per dei fatti commessi nel 2009 quando era procuratore supplente al Ministero pubblico della Confederazione.

La condanna è più severa di quanto aveva domandato l'accusa: il procuratore federale straordinario Jacques Antenen aveva infatti chiesto 90 aliquote giornaliere sospese. La difesa voleva invece il proscioglimento da entrambe le accuse.

Nel gennaio 2009 - ossia tre mesi prima di essere eletto nel governo neocastellano - Hainard, nell'ambito di un'inchiesta su un traffico internazionale di droga, aveva compiuto una missione in Uruguay senza presentare prima una formale richiesta di assistenza giudiziaria.

Lo scorso 19 settembre, Hainard è stato condannato a 40 aliquote giornaliere da 100 franchi sospese per abuso di autorità e falsità in documenti commessi quando era consigliere di Stato a Neuchâtel. In seguito a queste accuse, il "ministro" PLR aveva rassegnato le dimissioni nell'agosto 2010.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.