Navigazione

Saltare la navigazione

Funzionalità principali

TPF: video violenti e propaganda Isis, condannato 7200 frs sospesi

Il Tribunale penale federale ha condannato un 47enne turco residente in Ticino a una pena pecuniaria (sospesa) per aver diffuso video violenti, di cui uno ruppo yemenita aderente all'Isis che mostrava la brutale esecuzione

KEYSTONE/TI-PRESS/ALESSANDRO CRINARI

(sda-ats)

Il Tribunale penale federale (TPF) ha condannato un 47enne turco residente in Ticino a una pena pecuniaria (sospesa) di 7200 franchi per aver diffuso su Facebook video violenti, di cui uno ruppo yemenita aderente all'Isis che mostrava la brutale esecuzione.

L'uomo è stato riconosciuto colpevole di rappresentazione di atti di cruda violenza (art. 135 del Codice penale) e - per aver fatto propaganda all'Isis - di violazione dell'articolo 2 della Legge federale che vieta i gruppi Al-Qaïda e Stato islamico. Le pubblicazioni erano avvenute sulla rete sociale fra il settembre 2016 e il febbraio 2017.

L'uomo era stato condannato in febbraio a 160 aliquote giornaliere da 30 franchi con un decreto d'accusa emesso dal Ministero pubblico della Confederazione. L'uomo aveva però impugnato questa decisione e chiesto il dibattimento davanti al TPF. Con sentenza SK.2018.8 pubblicata oggi, i giudici di Bellinzona gli hanno inflitto 240 aliquote da 30 franchi, sospese comunque con la condizionale.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.