Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BELGRADO - Bosiljka Mladic, moglie dell'ex leader militare serbo-bosniaco Ratko Mladic ricercato per genocidio e crimini contro l'umanità dal Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi), è stata messa sott'accusa per possesso illegale di armi.
Come riferiscono i media a Belgrado, le armi in questione - quattro revolver e un'arma automatica - sono quelle trovate nel corso di una perquisizione nell'abitazione della famiglia Mladic nella capitale serba nel dicembre 2008.
La messa sotto accusa ha fatto seguito alla decisione di un tribunale di Belgrado che ha respinto un ricorso presentato dalla difesa della signora Mladic, e il processo potrebbe cominciare a breve.
Nei giorni scorsi un altro tribunale di Belgrado aveva respinto la richiesta della famiglia di Mladic di dichiarare morto l'ex generale, accusato in particolare del massacro di Srebrenica, la località bosniaca dove nel luglio 1995 ottomila musulmani furono uccisi dalle truppe serbo-bosniache guidate da Ratko Mladic .

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS