Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il Tribunale penale internazionale dell'Aja (Tpi) ha respinto la richiesta di Radovan Karadzic di essere rilasciato temporaneamente in libertà per assistere a una cerimonia commemorativa in memoria del fratello.

Il presidente del Tpi Theodor Meron, citato dai media bosniaci, ha detto che per la libertà provvisoria non vi sono le condizioni necessarie.

L'ex leader dei serbi di Bosnia è stato condannato lo scorso 24 marzo, in primo grado dal Tpi, a 40 anni di carcere per il genocidio di Srebrenica, la persecuzione di musulmani e di croati, il terrore contro la popolazione di Sarajevo e la presa in ostaggio dei caschi blu dell'Organizzazione delle Nazioni Unite.

Karadzic era stato arrestato e consegnato al Tpi dalle autorità di Belgrado nel 2008, dopo una latitanza di tredici anni. Nei giorni scorsi le madri di Srebrenica avevano inviato una lettera a Meron affermando che la libertà provvisoria per Karadzic sarebbe stato un insulto alle vittime e quindi inaccettabile.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS