Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Volare da Londra a Parigi senza una goccia di carburante, a bordo di un aereo commerciale alimentato dall'elettricità. È quanto intende offrire, nel giro di dieci anni, una startup del settore dell'aviazione.

Si chiama Wright Electric e vuole sviluppare un aereo elettrico che possa imbarcare 150 passeggeri su tratte brevi, inferiori ai 500 chilometri.

Sostenuta dall'incubatore di startup della Silicon Valley "Y Combinator", l'azienda pensa in grande e auspica che nel giro di 20 anni ogni volo a breve raggio sia fatto su aerei elettrici. Il vantaggio, evidenzia Wright Electric sul suo blog, è duplice: si risparmiano soldi, facendo a meno del carburante per aviazione, e si salva il pianeta azzerando le emissioni di gas serra.

Il nodo, sottolinea la società per cui ha espresso interesse la compagnia aerea low-cost easyJet, è lo sviluppo tecnologico che riguarderà le batterie nei prossimi anni. Se l'innovazione proseguirà al ritmo attuale, spiega sul suo blog, tra dieci anni potrà decollare un aereo completamente elettrico che consentirà "risparmi fantastici". In caso contrario, l'aereo sarà un ibrido con motore elettrico che garantirà comunque un taglio dei costi rispetto agli aerei attuali.

SDA-ATS