Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - L'aumento medio del 6,4% dei prezzi dei trasporti pubblici, previsto inizialmente a partire dal 12 dicembre 2010, non è ancora definitivo. Il sorvegliante dei prezzi, Stefan Meierhans, ha chiesto un esame più approfondito delle nuove tariffe.
Nonostante i 30 giorni a disposizione per analizzare gli aumenti, "Mister Prezzi" non ha voluto dare il via libera alle nuove tariffe decise il 14 gennaio scorso dall'UTP. Meierhans ha infatti deciso di prendersi il tempo necessario prima di pronunciarsi su un aumento che "interessa molti Svizzeri e implica somme importanti", ha indicato oggi all'ATS il suo supplente Beat Niederhauser.
La sua decisione avverrà entro giugno, quando saranno note le conclusioni dell'inchiesta da lui ordinata. Meierhans avrà allora due opzioni: avallare l'aumento o proporre un adeguamento all'UTP. Se questa si rifiutasse di ottemperare alla sua decisione, "Mister Prezzi" avrebbe la possibilità di prendere una decisione vincolante, ha precisato Niederhauser.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS