Navigation

Travail.Suisse chiede aumenti salariali reali dell'1-2% per 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 agosto 2010 - 11:05
(Keystone-ATS)

BERNA - Compensazione integrale del rincaro e ritocchi reali dell'1-2%: è quanto chiede Travail.Suisse per il 2011. Per la federazione sindacale rimunerazioni più elevate permetterebbero di ridurre le disparità tra direzione e personale e di sostenere la domanda di consumo, pilastro della crescita economica.
Quest'anno i lavoratori hanno subito una contrazione dei salari reali, ha osservato l'organizzazione in una conferenza stampa tenuta oggi a Berna. Malgrado il rilancio, gli effettivi non sono quasi aumentati. Di conseguenza la produttività dei singoli dipendenti è progredita. Tali prestazioni devono riflettersi anche in miglioramenti in busta paga, ha rilevato Travail.Suisse.
Aumenti consistenti sono giustificati vista la crescita delle retribuzioni dei manager, rileva la federazione, rammentando che inoltre nel 2011 ci saranno maggiori prelievi fiscali.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.