Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alla nascita dei figli, i padri devono beneficiare di un congedo paternità di quattro settimane. È quanto chiede il sindacato Travail.Suisse, che propone di finanziare la misura ricorrendo alle indennità di perdita di guadagno (IPG).

Oggi i datori di lavoro concedono generalmente uno o due giorni di congedo, ha spiegato in una conferenza stampa a Berna Travail.Suisse. Per la centrale sindacale, la situazione attuale non è più accettabile e non corrisponde più alla realtà sociale.

Il costo di tale misura, afferma Travail.Suisse che cita un recente rapporto del Consiglio federale, è di 384 milioni di franchi. Il sindacato riconosce che tale prestazione "non è gratuita", ma ritiene che le spese siano molto modeste tenuto conto dei vantaggi generati.

Inoltre, data la diminuzione del numero di giorni di servizio militare prestati, in futuro le casse dell'IPG presenteranno eccedenze in continuo aumento. Per finanziare il congedo paternità non sarebbe quindi necessario aumentare i prelievi sui salari, e se del caso l'incremento sarebbe minimo.

SDA-ATS