Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per il 2013 la federazione sindacale Travail.Suisse chiede aumenti salariali tra l'1 e il 2% per i suoi circa 170'000 membri, a seconda del ramo in cui sono attivi.

Il rincaro negativo atteso per il 2012, pari al -0,4%, non esonera i datori di lavoro dall'attribuire incrementi regolari degli stipendi, ha dichiarato oggi Susanne Blank, responsabile della politica economica presso Travail.Suisse, davanti ai media a Berna. L'aumento dei premi per la cassa malattia riducono infatti nuovamente il potere d'acquisto.

Negli ultimi tempi, caratterizzati da grande incertezza, i dipendenti hanno dimostrato un impegno enorme, ha spiegato la Blank. A parte l'industria delle macchine e il turismo, che continuano a soffrire per il vigore del franco, le imprese svizzere si trovano in condizioni buone se non addirittura ottime.

Il sindacato transfair rivolge le sue richieste più ambiziose alla Posta e alla AutoPostale SA, ossia un 2,5% in più circa, di cui un +1,4% per l'aumento dei contributi di risparmio della cassa pensione. Per i dipendenti dell'Amministrazione federale transfair auspica un rialzo dell'1% circa, mentre per quelli delle FFS non chiede alcun aumento generalizzato, come concordato in occasione degli accordi salariali 2012. Tuttavia, si legge in una nota, le Ferrovie federali dovrebbero tenere pronti fondi sufficienti per incrementi individuali e versare un premio unico ai propri collaboratori qualora gli affari dovessero andare altrettanto bene quanto l'anno scorso.

Il Syna esige dal canto suo un rialzo dei salari reali mediamente del 2%. Al contempo chiede che le remunerazioni più basse vengano alzate di almeno 100 franchi. Il sindacato prende inoltre di mira la "disparità salariale incostituzionale": vuole indurre i datori di lavoro a versare gli stessi stipendi sia agli uomini che alle donne.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS