Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 3000 persone hanno manifestato questa sera ad Aarau contro la xenofobia. La dimostrazione, autorizzata, è stata organizzata su appello di una sessantina di organizzazioni. Vi hanno partecipato numerosi esponenti della chiesa e de ella sinistra.

Partito dalla stazione, il corteo di dimostranti contro l'ostilità verso gli stranieri ha attraversato la città vecchia per poi giungere davanti al palazzo governativo.

Vi hanno preso parte Partito socialista, la sua sezione giovanile, Verdi, Caritas , Aiuto delle chiese evangeliche, la comunità israelita e diversi sindacati.

Fra gli slogan più in vista sugli striscioni dei manifestanti figuravano: "Apriamo le frontiere!", "Coraggio e non rabbia" o "la solidarietà è la nostra forza".

"Occorrono una testa fredda ed un cuore caldo; rispetto, umanità ed amore per il prossimo", ha detto Christoph Weber-Berg, presidente del consiglio delle chiese riformate del cantone, parlando a nome di tutte le chiese del paese.

La polizia ha controllato il traffico e garantito la sicurezza dei manifestanti.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS