Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

BERNA - Gli svizzeri si sono confermati anche l'anno scorso i più grandi utilizzatori di treni al mondo. Nel 2009 ogni abitante ha percorso 2'291 chilometri sulle rotaie, in pratica la distanza che separa Berna da Mosca.
Con 49 spostamenti annuali per abitante, la Svizzera si colloca al primo posto europeo per frequenza di utilizzo, ha indicato oggi il servizio d'informazione per i trasporti pubblici (LITRA). Gli elvetici hanno superato Danimarca e Lussemburgo (35 spostamenti), Austria (26), Germania (23), Belgio (21), Gran Bretagna e Paesi Bassi (20). All'ultimo posto troviamo la Lettonia, con 0,14 spostamenti annuali per abitante.
Su scala mondiale la gara di frequenza è vinta dal Giappone (71 spostamenti), precisa il comunicato. In termini di distanza percorsa gli svizzeri sono però davanti, forti dei loro 2'291 chilometri, contro i 1'995 dei giapponesi, i 1'370 dei francesi, i 1'329 dei danesi, i 1'245 degli austriaci e i 1'009 dei belgi.
Il successo dei treni elvetici ha comunque un prezzo, avverte la LITRA. La rete ferroviaria è prossima alla saturazione, e un'estensione delle infrastrutture è necessaria per mantenere il posto in vetta alle classifiche mondiali.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS