Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il tribunale Internazionale per i crimini in ex Jugoslavia ha condannato il generale della polizia serba Vlastimir Djordejevic a 27 anni di prigione per crimini di guerra commessi durante il conflitto in Kosovo.

Il generale 62enne è stato dichiarato colpevole di persecuzioni razziali, della deportazioni forzate di 800mila kosovari albanesi e dell'omicidio di almeno 724 persone commessi dalle forze da lui guidate. Djordjevic era a capo delle forze della polizia serba durante la guerra in Kosovo tra il 1998 e il 1999.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS