Navigation

Tribunali federali: volume d'affari stabile nel 2011

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2012 - 08:24
(Keystone-ATS)

Il volume di affari trattati dal Tribunale federale (TF) e dal Tribunale penale federale (TPF) è rimasto stabilmente elevato nel 2011. Il Tribunale amministrativo federale (TAF), dal canto suo, è riuscito a diminuire le pendenze, malgrado una fluttuazione del personale particolarmente elevata. Lo indicano i rapporti di gestione pubblicati oggi.

Il TF ha registrato l'anno scorso 7'419 entrate, in aumento dello 0,7% rispetto al 2010. I suoi giudici hanno liquidato 7'327 vertenze, contro 7'424 l'anno prima. Al TPF, l'andamento generale è rimasto stabile e la Corte penale ha registrato un aumento del numero dei casi evasi.

Il TPF segnala inoltre di essere stato confrontato per la prima volta con seri problemi di sicurezza, quali l'attentato incendiario del 17 gennaio 2011 che ha colpito lo stabile in cui si trovano gli uffici provvisori. L'aumento dei rischi ha costretto il Tribunale ad adottare misure immediate atte a garantire la sicurezza delle persone, della posta e degli spazi.

Il TAF - il più grande dei tribunali federali - ha sbrigato dal canto suo 8'545 procedure e il numero delle pendenze è stato ridotto del 23%. Secondo il suo presidente, Markus Metz, la durata media di una procedura d'asilo, fra l'altro, è scesa a 232 giorni, contro 500 nel 2007.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?