Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

LOSANNA - UBS chiede 20 milioni di franchi alla sorella dell'autore del triplo omicidio di Vevey, consumato nel dicembre 2005. La donna risulta scomparsa dalla vigilia di Natale di quell'anno e per la giustizia penale è stata uccisa. Le richieste di UBS, pubblicate oggi nel Foglio ufficiale, sono state trasmesse al curatore della scomparsa. La banca lo informa che gli immobili della donna saranno presto messi in vendita.
Per la giustizia vodese il colpevole, figlio adottivo, ha ucciso la propria madre, un'amica di quest'ultima e la propria sorella, che risulta appunto scomparsa. I corpi della mamma e dell'amica erano stati rinvenuti nella loro casa il 24 dicembre 2005. L'omicida, condannato alla reclusione a vita, ha inoltrato ricorso contro la sentenza. La corte di cassazione vodese se ne occuperà il prossimo 4 ottobre.
In materia di diritto civile, le persone scomparse sono considerate vive per cinque anni dopo l'ultima occasione per cui esistono informazioni sul loro conto. Il lustro legalmente scade il 24 settembre.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS