Navigation

Tripoli torna gradualmente a normalità

Questo contenuto è stato pubblicato il 06 settembre 2011 - 18:49
(Keystone-ATS)

A Tripoli si avverte ancora un senso di "fragilità", ma "la situazione sta tornando gradualmente alla normalità". Lo ha assicurato oggi a Bruxelles il responsabile del coordinamento delle aree di crisi dell'Unione europea, Agostino Miozzo, al ritorno da una missione di alcuni giorni in Libia.

"Le parole d'ordine della autorità libiche sono riconciliazione e continuità delle attività commerciali - ha spiegato - C'è la volontà di tornare alla calma, ristabilendo condizioni di sicurezza". Miozzo ha sottolineato che il Consiglio nazionale transitorio (Cnt) ha inviato a tutti i cittadini libici degli sms "per invitarli a tornare al lavoro".

L'impegno delle nuove autorità è anche quello di assicurare la continuità per i manager delle imprese. Soltanto una piccola parte, considerata legata ai massacri, è stata inserita in una lista nera. Il responsabile dell'unità di crisi dell'Ue ha inoltre spiegato che l'aeroporto internazionale di Tripoli dovrebbe riaprire nell'arco di "10-15 giorni" e che entro la fine della settimana un'altra missione dell'Ue si recherà nella capitale libica.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?