Navigation

Trova viva alla morgue figlia data morta

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 aprile 2012 - 18:56
(Keystone-ATS)

Una madre ha trovato viva alla morgue la figlia che aveva dato alla luce una dozzina di ore prima, ed era stata data per deceduta dai medici. Lo rendono noto oggi i media, precisando che l'incredibile episodio è avvenuto nella città di Resistencia, oltre mille chilometri al nord est di Buenos Aires.

Analia Bouter, la madre, disperata dopo l'annuncio che la neonata era morta, ha voluto a tutti i costi recarsi alla morgue dell'Ospedale Perrando per vederne il corpicino. "Era notte - ha raccontato piangendo ai media - e mi sono recata con mio marito dove si trovava la piccola bara. Un uomo ne ha sollevato il coperchio e, di colpo, ho sentito un gemito. Era coperta ed era immersa in qualcosa che sembrava brina".

I genitori della neonata, che gode di ottima salute, volevano battezzarla col nome di Luciana Abigail, ma hanno cambiato idea e la chiameranno Luz Milagros (Luce Miracolo).

Il direttore dell'ospedale ha cercato di spiegare l'accaduto affermando: "Potrebbe essersi verificata una ipotermia, che ha causato una ibernazione che ha mantenuto i segni vitali".

Il governatorato locale ha avviato un'inchiesta, assicurando che "i responsabili dovranno rispondere dell'irregolare diagnosi che la bambina era morta".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?