Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un numero ancora imprecisato di casinò svizzeri sarebbero stati truffati da una banda di malviventi russi. La Commissione federale delle case da gioco (CFCG) ha avvertito tutti i gestori con una lettera e i presunti membri della banda sono stati immediatamente iscritti nella lista nera.

Il documento è stato mostrato ieri sera dalla Tv svizzerotedesca SF durante la rubrica informativa "10vor10". Nella lettera, Jean-Marie Jordan, direttore della CFCG, ha messo in guardia i gestori di casinò: "vi informiamo che diversi casi di sospetta truffa sono stati osservati in alcune case da gioco". Le persone sospette, di nazionalità russa, hanno giocato su macchine mangiasoldi del tipo "Gaminator" e "Supergaminator". La Commissione indaga attualmente sul modo in cui questi apparecchi possono essere stati manipolati, ha indicato Jordan.

I casinò hanno immediatamente reagito aggiornando la sicurezza degli apparecchi, ha dichiarato Detlef Brose, gestore del Grand Casino di Baden, in Argovia. Le persone sospette sono state inoltre immediatamente bandite. Il caso è venuto alla luce dopo l'arresto a Pfäffikon (SZ) di uno dei russi sospettati. La CFCG non è in grado di precisare l'ammontare del danno finanziario subìto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS