Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente dell'Iran Hassan Rohani

Keystone/EPA/PRESIDENTIAL OFFICIAL WEBSITE HANDOUT

(sda-ats)

"La decisione del governo degli Stati Uniti di colpire il popolo iraniano è un affronto a tutte le persone di questa grande nazione".

Per questo il governo iraniano "per proteggere la sacralità e la dignità di tutti i cittadini dell'Iran in patria e all'estero" e "per proteggerne i diritti", "attua il principio di reciprocità".

Lo rende noto un comunicato del ministero degli Esteri iraniano diffuso questa sera e anticipato dalla tv pubblica Irib.

Il governo iraniano ha inoltre annunciato "un attento monitoraggio degli effetti a breve e medio termine" sui cittadini della decisione del governo degli Stati Uniti di sospendere i visti ai cittadini iraniani assieme a quelli di altre nazioni musulmane. Il tutto rimarcando il "rispetto per il popolo d'America", facendo "distinzione tra esso e le politiche ostili del governo Usa".

Precedentemente riferendosi indirettamente alle ultime decisioni del presidente americano Donald Trump, che prevedono la sospensione temporanea dei visti di ingresso negli Usa anche per i cittadini iraniani, il presidente dell'Iran, Hassan Rohani, aveva detto che "il dialogo è il metodo più breve e meno costoso per risolvere i disaccordi tra gli Stati".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS