Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente eletto americano Donald Trump.

KEYSTONE/AP/JAE C. HONG

(sda-ats)

L'Fbi e altre cinque agenzie americane tra intelligence e forze dell'ordine starebbero indagando insieme da mesi per verificare se il governo russo abbia segretamente inviato del denaro per aiutare la campagna elettorale di Trump.

Lo riportano alcuni media Usa, tra cui The Hill, che riprendono fonti del sito McClatchyDC.

Una delle piste seguite riguarderebbe un sistema di pagamenti ripetuti a migliaia di pensionati russo-americani che potrebbe essere stato usato per finanziare hacker negli Usa o intermediari che poi avrebbero al loro volta pagato gli hacker.

Le agenzie coinvolte sono Fbi, Cia, National Security Agency (Nsa), Dipartimento di Giustizia, il Financial Crimes Enforcement Network del Dipartimento del Tesoro e funzionari del Direttore dell'intelligence nazionale.

Secondo le due fonti citate da McClatchyDC, che hanno chiesto di mantenere l'anonimato, gli investigatori devono indagare su chi ha finanziato gli hacker che hanno attaccato i computer del Comitato Nazionale Democratico e del capo della campagna di Hillary Clinton, John Podesta. E stanno studiando come il denaro potrebbe essere stato spostato dal Cremlino per aiutare segretamente Trump.

Le agenzie avrebbero iniziato ad esplorare possibili interferenze russe la scorsa primavera.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS