Tutte le notizie in breve

A migliaia ieri hanno marciato attorno a Central Park a Manhattan, scandendo slogan e agitando cartelli anti Trump.

KEYSTONE/AP/SETH WENIG

(sda-ats)

Nella giornata dedicata a celebrare la figura del presidente degli Stati Uniti, il 'President's Day', migliaia di persone sono scese in piazza in diverse città degli Usa per contestare Donald Trump.

Non una marea umana come in occasione della 'marcia delle donne' all'indomani dell'insediamento del presidente, ma manifestazioni e cortei si sono registrati da New York a Chicago, da Washington Dc a Los Angeles, fino a Portland in Oregon nel nordovest, al grido di 'Not My President'.

In migliaia hanno marciato attorno a Central Park a Manhattan, scandendo slogan e agitando cartelli anti Trump. Nel centro di Los Angeles la manifestazione si è svolta all'insegna di slogan su immigrazione e ambiente. A Chicago diverse centinaia di persone hanno marciato a partire dalla locale Trump Tower, mentre diverse centinaia si sono radunate a Washington nell'area di Dupont Circle, così come nel centro di Atlanta, in Georgia. Nel centro di Portland, in Oregon, stando alla stampa locale si sono verificati anche momenti di tensione e tafferugli tra un piccolo gruppo di manifestanti e le forze dell'ordine.

Il 'President's Day' è la festa federale fissata in commemorazione della nascita di George Washington il terzo lunedì di febbraio.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve