Navigation

Trump, primato Usa nei casi di coronavirus un onore

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump KEYSTONE/AP/Evan Vucci sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 20 maggio 2020 - 12:01
(Keystone-ATS)

Il fatto che gli Usa abbiano il più alto numero di casi di coronavirus nel mondo "lo considero, in un certo senso, una buona cosa perché significa che i nostri test sono molto meglio.

Quindi lo vedo come un distintivo d'onore". Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti Donald Trump parlando con i giornalisti dopo la prima riunione di gabinetto alla Casa Bianca dall'inizio dell'epidemia.

A Trump - riferisce la Bbc - era stato chiesto se stesse valutando un divieto di viaggio in America Latina, soprattutto in Brasile, terzo al mondo per contagi.

Secondo Trump aver registrato un così alto numero di contagi "è un grande tributo ai test e a tutto il lavoro svolto da molti professionisti". Secondo il Centers for Disease Control, gli Stati Uniti hanno condotto fino a martedì 12,6 milioni di test di coronavirus.

Il Comitato Nazionale Democratico ha criticato Trump per aver detto che in un certo senso l'alto numero di contagi da coronavirus negli Usa è un "onore" perché vuol dire che i test effettuati sono migliori che altrove.

I democratici - riporta la Bbc - hanno risposto che il milione e mezzo di casi registrati nel Paese rappresentano "un completo fallimento della leadership".

Stando ai dati della Johns Hopkins University, in tutto il paese si contano oltre 1 milione e mezzo di casi di Covid e quasi 92mila morti.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.