Tutte le notizie in breve

Lo speaker Paul Ryan in conferenza stampa

Keystone/AP/ANDREW HARNIK

(sda-ats)

I repubblicani, a corto di voti, ritirano il loro disegno di legge per la riforma sanitaria che doveva sostituire l'Obamacare. Il voto previsto alla Camera è quindi annullato.

Lo speaker della Camera Paul Ryan - secondo fonti del Congresso - ha chiamato il Donald Trump mezzora prima del voto e il presidente americano gli ha chiesto di ritirare il disegno di legge repubblicano per sostituire l'Obamacare.

"Oggi è un giorno deludente per noi", "abbiamo deluso le aspettative", ha ammesso Ryan in una conferenza stampa dopo il ritiro della riforma sanitaria repubblicana, sul quale Trump "ha concordato". Ma Ryan ha promesso che i repubblicani cercheranno di migliorare la loro proposta, dopo essere "arrivati davvero vicino".

Paul Ryan ha confermato che i repubblicani non avevano i voti sufficienti per approvare la loro riforma sanitaria, in particolare per il "no" dei deputati conservatori del freedom caucus. "Vivremo con l'Obamacare per l'immediato futuro".

Intanto Trump, parlando dallo Studio Ovale, ha sostenuto che il progetto di legge per la riforma sanitaria repubblicana era "molto vicino all'approvazione" prima di essere ritirato e ha ammonito che l'Obamacare "esploderà".

"Oggi è un grande giorno per il nostro Paese...È una vittoria per il popolo americano", ha detto da parte sua in una conferenza stampa Nancy Pelosi, leader dei democratici alla Camera, commentando il ritiro della riforma sanitaria repubblicana.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve