Tutte le notizie in breve

L'amministrazione Trump ha messo sotto esame il sito dell'agenzia federale per l'ambiente (EPA).

KEYSTONE/AP/ALEX BRANDON

(sda-ats)

L'amministrazione Trump ha rinunciato a cancellare la sezione sul cambiamento climatico dal sito dell'agenzia federale per l'ambiente (EPA) ma sta controllando tutti i contenuti sul sito e ha bloccato la pubblicazione di nuove ricerche, prima di averle esaminate.

Secondo quanto rivelato dall'agenzia Reuters e confermato da fonti del Washington Post, i funzionari dell'EPA nominati da Trump avevano detto a voce ai responsabili del sito di togliere la sezione sul cambiamento climatico. I gestori del sito hanno fatto resistenza e hanno chiesto un ordine scritto. Qualcuno ha addirittura salvato copie delle pagine su cd e chiavette usb, in case fossero state cancellate dal sito.

Quando la cosa è trapelata, i fedelissimi di Trump hanno fatto marcia indietro. Il nuovo portavoce dell'agenzia, Doug Ericksen, ha spiegato che funzionari stanno rivedendo tutti i contenuti editoriali delle pagine del sito EPA e stanno discutendo possibili cambiamenti.

"I lavori dei ricercatori dell'EPA che vogliono presentare le loro scoperte scientifiche dovranno essere esaminati uno per uno, prima di essere presentati al pubblico - ha detto Ericksen alla radio pubblica NPR -. Stiamo dando un'occhiata a quello che succede, così che la voce che esce dall'EPA rifletta la nuova amministrazione".

All'agenzia di stampa Associated Press (AP) Ericksen ha spiegato che i nuovi lavori degli scienziati sono stati "temporaneamente fermati", probabilmente fino a venerdì, ma che non c'è nessuna mandato di sottoporre gli studi o i dati a una revisione politica.

Secondo ex esponenti dell'EPA, sentiti dalla AP, questi controlli invece superano di gran lunga quelli delle precedenti amministrazioni democratiche e repubblicane, e rappresentano una pericolosa interferenza politica nel lavoro scientifico.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve