Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Per la prima volta dall'inizio della campagna elettorale presidenziale, il frontrunner repubblicano Donald Trump è stato costretto a cancellare un raduno a Chicago, rinviandolo ad altra data, per motivi di sicurezza.

Molti suoi contestatori erano entrati nell'arena dove era atteso per un comizio. La decisione, resa nota dal suo staff, è stata presa dopo un incontro tra Trump e le forze dell'ordine.

L'annuncio dell'annullamento del comizio è stato accolto con rumorose grida di gioia dai contestatori. "Abbiamo fermato Trump! Abbiamo fermato Trump!", hanno gridato. "Razzisti, tornatevene a casa!", hanno scandito verso i sostenitori del magnate, che hanno replicato: "Vogliamo Trump, vogliamo Trump". Finora nessun confronto fisico tra i due campi. In precedenza decine di dipendenti dell'Università dell'Illinois, dove era previsto l'evento, avevano chiesto all'amministrazione dell'ateneo di cancellarlo nel timore che potesse creare "un clima ostile e fisicamente pericoloso" per gli studenti.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS