Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

"Ostile", "una persona che odia", un "messicano": il candidato presidenziale repubblicano, Donald Trump, ha attaccato il giudice Gonzalo Curiel, che ha deciso di rendere noti alcuni documenti della class action per truffa contro l'ex università del tycoon.

Documenti che mostrano le aggressive e spregiudicate tattiche di vendita di costosi corsi e seminari senza licenza su come aver successo nel real estate. In realtà Curiel è un cittadino americano nato a Chicago, Indiana, e laureatosi nello stesso Stato. In difesa del giudice è sceso in campo il procuratore generale di New York, Eric Schneirdeman, che ha chiesto il processo contro il tycoon: "era una truffa dall'inizio alla fine, sta usando qualsiasi trucco per ritardare la pubblicazione di documenti, per ritardare i processi, attaccando il giudice per la sua etnicità, attacando me e accusandomi di cospirare con il presidente degli Stati Uniti", ha detto alla Cnn.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS