Donald Trump ha perso in appello la battaglia sulle sue dichiarazioni fiscali: dovrà consegnare quelle degli ultimi otto anni, sia personali che relative alla sue aziende, al Congresso, come stabilito dalla sentenza di un giudice di New York.

La Casa Bianca aveva presentato ricorso, opponendosi al mandato di comparizione obbligatorio spiccato dalla Camera nei confronti delle società contabili che negli anni hanno curato i suoi affari, ma la corte di appello di Washington ha rigettato la richiesta del tycoon.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.