Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il presidente americano Donald Trump ha firmato il nuovo bando per proteggere gli Usa dalla minaccia terroristica.

KEYSTONE/AP/EVAN VUCCI

(sda-ats)

Il presidente americano Donald Trump ha firmato il nuovo bando per proteggere gli Usa dalla minaccia terroristica. Confermata l'esclusione dell'Iraq dalla lista dei Paesi musulmani dove saranno sospese le richieste di nuovi visti.

Sei dei sette Paesi musulmani elencati nel primo bando figurano anche nel secondo: Iran, Libia, Somalia, Sudan, Siria, Yemen, secondo documenti pubblicati dal dipartimento della sicurezza interna.

L'Iraq è un alleato importante nella lotta all'Isis: è il motivo citato dal segretario di stato Rex Tillerson per spiegare l'esclusione dell'Iraq dalla temporanea sospensione dei visti prevista dal bando firmato da Trump per gli altri sei paesi a maggioranza musulmana.

Secondo il nuovo bando, i detentori di visti e carta verde saranno protetti e potranno viaggiare negli Usa.

Il bando bis firmato oggi da Trump conferma i periodi di sospensione previsti dal provvedimento precedente: 90 giorni per i sei Paesi musulmani e 120 per i rifugiati, compresi questa volta anche i siriani, che inizialmente erano stati sospesi a tempo indefinito.

Confermata anche la riduzione del numero complessivo di rifugiati che verranno accettati nell'anno fiscale 2017: 50 mila, contro i 110 mila concessi dall'amministrazione Obama.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS