Navigation

Trump insiste, voglio conoscere e interrogare la talpa

Il presidente Donald J. Trump KEYSTONE/EPA/ERIK S. LESSER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 01 ottobre 2019 - 15:47
(Keystone-ATS)

Trump insiste nel voler conoscere e confrontarsi con la talpa che ha denunciato la sua telefonata al presidente ucraino per far indagare i Biden.

"Se il cosiddetto whistleblower ha tutte informazioni di seconda mano e quasi tutto quello che ha detto sulla mia 'perfetta' telefonata con il presidente ucraino è sbagliato, perché non abbiamo il diritto di interrogarlo e conoscere tutto di lui e anche della persona che gli ha dato le false informazioni?", ha twittato.

"Si tratta semplicemente di una conversazione telefonica che non avrebbe potuto essere più simpatica, cordiale o migliore. Assolutamente nessuna pressione (come confermato dal presidente ucraino). E' solo un'altra bufala democratica!", aggiunge Trump.

La legge federale sui whistleblower, gli informatori che segnalano crimini nell'amministrazione dove lavorano, protegge la loro identità. Inoltre l'ispettorato generale dell'intelligence americana ha difeso la talpa sostenendo che aveva informazioni di prima mano.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.