Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un contingente militare della Nato è arrivato nelle ultime ore alla periferia di Kunduz City, nel nord dell'Afghanistan, caduto in mano dei talebani due giorni fa, per dare sostegno e assistenza ai militari afghani impegnati in una controffensiva.

Lo ha reso noto oggi Tolo Tv a Kabul. precisando che si tratta di soldati Usa, britannici e tedeschi.

Ieri mattina velivoli della Nato erano entrati in azione alla periferia di Kunduz City bombardando posizioni talebane considerate un pericolo per le forze della Coalizione internazionale e dell'esercito afghano. La missione Resolute Support della Nato, a cui questi militari appartengono, è composta da circa 15.000 soldati che sono in Afghanistan con compiti di assistenza, formazione e consiglio delle forze di sicurezza afghane. Gli Stati Uniti hanno però firmato un accordo con Kabul che permette l'intervento di loro unità di combattimento per speciali operazioni antiterrorismo.

Secondo Tolo Tv, la controffensiva per riprendere il controllo della città si presenta complessa, perché gli insorti presidiano fortemente le due vie d'accesso principali al centro abitato, molto popoloso, e perché la progressione delle truppe è ostacolata da numerose mine (ied) collocate sulla strada.

(ANSA)

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS