Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Sono iniziate a Miami, in Florida, le trattative tra Usa e Unione europea per tentare la stretta finale sull'accordo di libero scambio che dovrebbe avvicinare le due sponde dell'Atlantico (Ttip).

Nei cinque giorni di negoziati, si cercherà di superare le differenze sulle questioni tecniche del controverso accordo, con l'obiettivo di arrivare a fine anno alla conclusione dei colloqui.

La ripresa dei negoziati sul Ttip arriva due settimane dopo che gli Usa e 11 paesi del Pacifico hanno firmato il Trans-Pacific Partnership (Tpp).

Da Madrid, il segretario di Stato Usa, John Kerry, sostiene che il Ttip rimuoverà le barriere sul commercio, creerà standard comuni, darà una spinta all'economia e aumenterà i posti di lavoro.

"Con l'approvazione del TPP, è importante per l'Europa ora riunirsi al Ttip perché questo può aiutare ad elevare le norme e i regolamenti con cui operiamo in tutto il pianeta", ha detto Kerry. "Non danneggerà il pianeta o le condizioni di lavoro, ma toglierà le interferenze che impediscono la nostra capacità di far aumentare più velocemente i posti di lavoro", ha aggiunto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS