Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Potrebbe rivoluzionare la diagnosi precoce dei tumori il nuovo test, che da una goccia di saliva consente di avere un risultato nel giro di 10 minuti e costa poco meno di 20 euro: è la cosiddetta biopsia liquida, che consente di rilevare i frammenti del Dna tumorale.

A presentare i dettagli di questo nuovo esame è stato David Wong dell'università della California di Los Angeles, nel corso del convegno dell'Associazione americana per l'avanzamento delle scienze (Aaas).

Attualmente sono allo studio e in sperimentazione altre biopsie liquide che rilevano il cancro dal sangue. "Se la 'firma del tumore' è in circolazione nel sangue o nella saliva di una persona - spiega Wong - questo test la rileva.

Serve solo una goccia di saliva e possiamo avere i risultati in circa 10 minuti". L'esame è affidabile al 100%, assicura Wong, e può essere fatto nello studio del medico, in farmacia o a casa.

Finora il test della saliva si è mostrato accurato sul tumore ai polmoni. Secondo Wong l'approvazione da parte della Food and drug administration (l'agenzia Usa che regola i farmaci) dovrebbe arrivare entro un paio d'anni.

La biopsia liquida della saliva potrebbe essere la chiave per la diagnosi precoce di alcuni tumori, come quello del pancreas, per cui attualmente non ci sono screening precoci efficaci. "Più avanti - conclude Wong - potrebbe essere possibile avere un test in grado di rilevare contemporaneamente più tipi di tumore".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS