Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'ex presidente tunisino Ben Ali (archivio)

Keystone/AP/HASSENE DRIDI

(sda-ats)

Un tribunale di Tunisi ha condannato in contumacia l'ex presidente della Tunisia, Zine El Abidine Ben Ali, latitante in Arabia Saudita dal 2011, a 6 anni di reclusione per corruzione e appropriazione indebita di fondi.

Lo ha riferito il portavoce del tribunale di Tunisi, Sofiene Selliti. In tutto 8 le condanne per questo caso. I reati sono in relazione ai due concerti realizzati in Tunisia nel 2006 dalla diva pop americana Mariah Carey.

Insieme a Ben Ali sono stati condannati a 6 anni anche altri tre ministri dell'epoca e il nipote della sua ex moglie, Imed Trabelsi. Quest'ultimo a 11 anni, per l'accusa ulteriore di falsificazione di documenti.

Nell'organizzazione dei due concerti della Carey in Tunisia alcuni profitti della vendita dei biglietti che dovevano essere devoluti a un Fondo di solidarietà finirono invece nei conti delle persone condannate.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS