Contrariamente a quanto emerso subito dopo l'attacco a Susa (Sousse), l'autore della strage era noto ai servizi segreti tunisini perché frequentava estremisti salafiti. Il 23enne Seifeddine Rezgui apparteneva inoltre al gruppo universitario della 'Gioventù islamica'.

È quanto rivelano i media tunisini che hanno ricostruito il profilo dell'attentatore.

Secondo 'Kapitalis', lo studente 23enne frequentava un master in ingegneria informatica. Rezgui, nato a Gaafour, nel governatorato di Siliana, era stato segnalato in alcune moschee salafite gestite da estremisti islamici, ma la sua fedina penale era pulita e non aveva partecipato, come molti jihadisti, a campi di addestramento nella vicina Libia.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.