Navigation

Tunisia: disordini a Bou Salem, a fuoco edifici pubblici

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 febbraio 2012 - 12:31
(Keystone-ATS)

La città di Bou Salem (nel Governatorato di Jendouba) è stata teatro, la scorsa notte, di violenti disordini, culminati con l'assalto, il saccheggio e l'incendio di alcuni edifici pubblici da parte di centinaia di persone che, secondo alcuni testimoni, sarebbero state animate da motivazioni politiche da parte di persone venute da fuori.

Per altre fonti, invece, la protesta sarebbe da mettere in relazione alla lentezza nell'opera di soccorso per le inondazioni che stanno interessando la zona.

A fare scattare i disordini sarebbe stato il fatto che il dispositivo di sicurezza nella città era stato allentato per lo spostamento delle locali unità di polizia nella vicina città di Jendouba, dove i salafiti hanno dato vita a molti atti di violenza.

A Bou Salem sono stati saccheggiati la locale rappresentanza del governatorato, il centro di formazione professionale e il posto di polizia. Sono stati, poi, dati alle fiamme il tribunale cantonale e la sede dell'ufficio che si occupa di incassare le tasse sui tabacchi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?