''Appena arrivato a Berlino, ho appreso la triste notizia. Pensavo che avessimo sradicato il terrorismo, ma in realtà, spero che non sarà il terrorismo a vincere su di noi, perché in Tunisia c'è un brutto clima politico".

"Siamo impegnati a parlare di cariche e schermaglie tra le diverse posizioni, omettendo l'essenziale: ovvero la sicurezza dei cittadini''". Sono le parole a caldo del presidente della Repubblica tunisino Beji Caid Essebsi, a margine del vertice "G20 compact with Africa", sull'attentato kamikaze di oggi a Tunisi.

"Spero che si riuscirà a rivelare la verità su questo attacco che è un attacco allo Stato e al suo prestigio", ha detto ancora Essebsi.

"Le autorità, non solo del governo ma anche dei partiti politici, devono trarre lezione da ciò che è successo, dal momento che il terrorismo non è solo nelle montagne, ma è ben radicato nella capitale. Sarà dunque necessario sapere come rispondere alle aspirazioni dei cittadini e alle loro rivendicazioni", ha concluso.

Parole chiave

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.