Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Alcune centinaia di persone sono scese in strada, in avenue Bourghiba, nel centro di Tunisi, per una manifestazione indetta dall'opposizione laica, attraverso un passaparola organizzato sui social network. I manifestanti, molti dei quali sventolano bandiere nazionali, urlano slogan contro Ennahda, il partito islamico accusato di essere il mandante morale dell'uccisione di Chokri Belaid, leader dell'opposizione laica assassinato il 6 febbraio in un agguato. Bersaglio di insulti anche il presidente di Ennahda, Rached Gannouchi.

La marcia - che si svolge in modo pacifico e senza incidenti - viene a 24 ore dal conferimento dell'incarico di formare il nuovo governo dato a Ali Laarayedh, esponente di Ennahda e ministro dell'Interno nell'esecutivo uscente guidato da Hamadi Jebali, dimessosi in polemica con il suo partito dopo aver cercato invano di formare una governo tecnico.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS