Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Aumenta il bilancio degli scontri seguiti alle proteste sociali che hanno attraversato la Tunisia durante la scorsa settimana che hanno indotto venerdì il ministero dell'Interno ad indire la misura del coprifuoco notturno su tutto il territorio nazionale.

1105 gli arrestati in tutto, dei quali 523 per aver violato l'obbligo del coprifuoco e 582 per saccheggi e devastazioni. Lo ha reso noto il responsabile della comunicazione della Guardia nazionale tunisina, Khlifa Chibani, che ha indicato in 114 il numero degli agenti delle forze dell'ordine e della protezione civile feriti, 35 le autovetture delle pubbliche amministrazioni danneggiate, 6 quelle della polizia incendiate, 5 stazioni date alle fiamme, 13 altri locali delle forze di sicurezza saccheggiati, 8 sedi di stabilimenti pubblici danneggiati.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS